Categorie
AI News xCH

Bitcoin Sale sopra i 50.000 dollari mentre la fiducia nella valuta digitale aumenta

Bitcoin ha superato l’importante soglia dei 50.000 dollari, raggiungendo il suo valore più alto da dicembre 2021. Questo recente aumento indica che la fiducia nella valuta digitale sta crescendo, segnalando uno spostamento positivo dopo un periodo turbolento segnato da scandali e fallimenti.

L’aumento del valore di Bitcoin può essere attribuito a vari fattori. La speculazione su futuri interventi monetari, gli afflussi nei fondi negoziati in borsa (ETF) e l’imminente dimezzamento hanno tutti contribuito a favorire gli asset digitali. Christopher Newhouse, un analista DeFi presso Cumberland Labs, ha affermato che questi fattori rendono l’ambiente per gli asset digitali il più forte che sia mai stato da un po’ di tempo.

Nonostante le significative difficoltà incontrate nel 2022, con un calo del 64% e minimi di 16.000 dollari, Bitcoin è riuscito a riprendersi e ad aumentare di circa il 129% nell’ultimo anno. Tuttavia, deve ancora raggiungere il suo massimo storico di quasi 69.000 dollari raggiunto nel novembre 2021.

L’approvazione di 10 ETF Bitcoin spot da parte della Securities and Exchange Commission (SEC) ha giocato un ruolo fondamentale nell’ampliare l’accesso a Bitcoin sia per gli investitori al dettaglio che per quelli istituzionali. Questo sviluppo è stato visto come un momento di svolta, in quanto unisce la finanza tradizionale agli asset digitali. Grandi player come BlackRock e Fidelity che lanciano i loro fondi hanno ulteriormente consolidato il riconoscimento delle criptovalute nel mondo finanziario.

Inizialmente, l’approvazione della SEC non ha avuto l’impatto previsto sui prezzi di Bitcoin a causa di significative deflazioni, con oltre 6 miliardi di dollari lasciando il Decade-old Grayscale Bitcoin Trust. L’esodo di GBTC ha fatto scendere i prezzi a 39.505 dollari, una diminuzione del 15% dalla data di approvazione. Tuttavia, le deflazioni si stanno rallentando e il prezzo di Bitcoin si sta riprendendo costantemente.

Gli afflussi nei restanti nove ETF approvati si stanno accelerando, con un afflusso netto cumulativo di circa 1,2 miliardi di dollari solo nell’ultima settimana. Questa forte pressione d’acquisto sta spingendo il prezzo verso l’alto, secondo Matteo Greco, un analista di ricerca presso Fineqia International.

Inoltre, l’indicazione della Federal Reserve di imminenti tagli dei tassi di interesse in primavera rappresenta un ulteriore fattore positivo per il prezzo di Bitcoin. Durante periodi di tassi di interesse elevati, gli asset più rischiosi come Bitcoin tendono ad essere meno attraenti. Tuttavia, con i tagli dei tassi di interesse previsti, le criptovalute potrebbero diventare più appetibili.

L’imminente evento di dimezzamento ad aprile, in cui la ricompensa finanziaria per i minatori sarà dimezzata, potrebbe contribuire anche alla crescita di Bitcoin. La riduzione dell’offerta di nuovi Bitcoin che entrano sul mercato ha storicamente portato a mercati rialzisti. Questa ragione meccanica per aspettarsi un aumento del prezzo ha alimentato ottimismo tra gli investitori.

In conclusione, il rialzo di Bitcoin sopra i 50.000 dollari mostra una crescente fiducia nella valuta digitale. I fattori combinati delle preoccupazioni inflazionistiche, degli afflussi negli ETF, dei tagli dei tassi di interesse e dell’imminente dimezzamento hanno contribuito a questo slancio positivo. Con l’evolversi del mercato, le performance di Bitcoin rimangono un indicatore significativo del sentimento generale verso gli asset digitali.